PUNTO 1-Germania, Pil trim2 confermato a -0,2% su trimestre, +0,8% su anno

lunedì 1 settembre 2014 10:09
 

(Riscrive con dettagli)
    BERLINO, 1 settembre (Reuters) - Il prodotto interno lordo
della Germania ha registrato una contrazione dello 0,2% nel
secondo trimestre rispetto ai primi tre mesi dell'anno, con una
crescita dello 0,8% su base annua.
    Si tratta della prima contrazione in oltre un anno e mostra
come la prima economia europea stia perdendo slancio, iniziando
a soffrire delle ricadute della crisi in Ucraina.
    Lo ha reso noto oggi l'ufficio federale di statistica,
confermando le stime preliminari comunicate il 14 agosto.
    Ad amputare la crescita sono stati, in particolare, il
commercio estero e gli investimenti: il primo, con un aumento
delle importazioni (+1,6%) più pronunciato rispetto a quello
delle esportazioni (+0,9%) ha contribuito negativamente per 0,2
punti percentuali; gli investimenti, in flessione del 2,3%,
hanno ridotto l'espansione di 0,5 punti.
    "La contrazione del secondo trimestre è stata una reazione
al robusto primo trimestre, quindi penso che torneremo ad una
modesta crescita nel terzo... ma i fattori di incertezza al
momento non mancano", ha commentato Thilo Heidrich, economista
di Postbank, riferendosi al contrasto fra Mosca e l'Occidente
sull'Ucraina e alla crisi in Iraq.
    Ma, visti anche gli ultimi dati macro in chiaro scuro,
alcuni economisti si aspettano che la debolezza del secondo
trimestre si trascini nel terzo: l'istituto Ifo stima che la
crescita sarà "vicina allo zero" nel terzo trimestre mentre
l'istituto DIW ha messo in guardia contro i pericoli di una
recessione.
    La Germania ha registrato nella prima metà del 2014 conti
pubblici in attivo per 16,1 miliardi di euro. Il surplus
complessivo - che accorpa quello federale, statale e dei governi
locali oltre che il sistema di previdenza sociale - è pari
all'1,1% del Pil. 
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia