PUNTO 2-Mps, pressing Fondazione per dimissioni due suoi membri Cda

giovedì 28 agosto 2014 19:12
 

(aggiunge dichiarazioni presidente fondazione e unisce articoli)

ROMA, 28 agosto (Reuters) - La Fondazione Mps si è resa disponibile a risarcire due dei quattro membri che ha espresso per il Cda della banca se daranno le dimissioni lasciando il posto ad altri due espressi dai fondi, come previsto dal patto di sindacato che la lega a Btg Pactual europe e Fintech Advisory Inc.

Un patto ha chiarito il presidente della Fondazione in una conferenza stampa tenuta al termine della riunione dell'organismo e dopo la diffusione della nota.

La Deputazione Amministratrice insediatasi oggi, presieduta da Marcello Clarich, ha deciso di inviare ai quattro membri del Cda di Mps una lettera in cui "si offre la disponibilità della Fondazione a provvedere, qualora richiesto, al ristoro dei mancati compensi a carico dei consiglieri che presentassero le dimissioni, a causa dell'anticipata conclusione dell'incarico".

Nella lettera la Fondazione sottolinea "l'estremo disappunto espresso dai pattisti per non essere ancora presenti nel Cda della Banca".

Successivamente il presidente Clarich ha spiegato che "sul piano giuridico non mi sembra ci sia la possibilità di azioni legali dei due pattisti nel caso non ce la facciamo [a sostituire i due consiglieri]".

La Fondazione che con il patto si garantisce una forte presenza in banca ha comunque ribadito che "la tenuta ed il rispetto del Patto, nonché, il consolidamento e lo sviluppo dello stesso, di comune accordo con gli attuali pattisti, rappresentino un obiettivo prioritario della Fondazione dal quale partire per mantenere il legame tra la Fondazione, la Conferitaria e quindi il territorio storico di riferimento".

Clarich ha aggiunto che, una volta, portato a casa il risultato di accontentare gli altri soci pattisti, la Fondazione si guarderà intorno per cercare di allargare l'alleanza e che a quel punto "sarà naturale sondare Axa ", già socia.

La settimana scorsa Clarich ha detto che l'obiettivo è risolvere la questione in occasione del Cda della banca a inizio settembre.   Continua...