Immsi, semestre in perdita a causa svalutazione quota Alitalia

giovedì 28 agosto 2014 15:09
 

MILANO, 28 agosto (Reuters) - Immsi ha archiviato il primo semestre con una perdita dovuta alla svalutazione della partecipazione in Alitalia.

La holding, si legge in un comunicato, ha registrato ricavi pari 655,1 milioni, in calo del 5,7%. L'Ebitda si è attestato a 87,5 milioni (-3,6%), mentre l'Ebit è calato del 5,7%, a 43,6 milioni.

Il periodo è andato in archivio con una perdita di 40 milioni, rispetto a un utile di 4,3 milioni di un anno prima. Il risultato netto, sottolinea la società presieduta da Roberto Colaninno, è influenzato dalla svalutazione, per 40,8 milioni, della partecipazione in Alitalia.

La nota pone l'accento anche sull'impatto dei cambi.

Il risultato netto adjusted (al netto dei costi non ricorrenti legati al rimborso anticipato del prestito obbligazionario Piaggio, originariamente in scadenza nel 2016) è in perdita per 39,1 milioni di euro.

L'indebitamento finanziario netto al 30 giugno scorso era pari a 868,8 milioni, in peggioramento rispetto al 31 dicembre scorso (850,8 milioni).

Immsi ricorda le linee guida del piano industriale al 2017 di Piaggio e per quanto riguarda l'evoluzione prevedibile del settore navale (Intermarine), "alla luce delle negoziazioni in corso con le marine di diversi paesi, e degli avanzamenti delle produzioni che verranno effettuate nel 2014 sui contratti in essere, è prevedibile per il 2014 un valore della produzione in crescita e risultati operativi in miglioramento rispetto al 2013, ciò anche per il contributo significativo della nuova commessa acquisita nel 2013".

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su   Continua...