Tesoro punta a cedere entro inizi dicembre 5% Enel, 4,34% Eni - fonte

giovedì 28 agosto 2014 12:45
 

* Per taglio debito 9 mld euro in totale

* Ad aprile il target era di 11 mld

* STM, da cessione quota Tesoro a FSI 800 mln

ROMA, 28 agosto (Reuters) - Tra "ottobre e gli inizi di dicembre" il ministero dell'Economia punta a collocare sul mercato il 5% di Enel e il 4,34% di Eni.

Lo riferisce una fonte governativa confermando anche l'obiettivo di cedere entro l'anno il 50% di STM Holding, la società che controlla il 27,64% di STMicroelectronics.

Il via libera politico è arrivato ieri, durante una riunione convocata dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan.

Il Tesoro ha deciso di rompere gli indugi su Eni ed Enel perché le altre operazioni in cantiere si sono rivelate più complesse del previsto.

Sono di fatto slittate al 2015 la cessione del 40% di Poste e del 49% di Enav, operazioni dalle quali l'esecutivo aveva detto di aspettarsi tra 5 e 6 miliardi.

Agli attuali valori di mercato il 5% di Enel vale circa 2 miliardi e il 4,34% di Eni 3 miliardi.   Continua...