Forex, euro si rafforza dopo raffreddamento speculazioni su QE

giovedì 28 agosto 2014 10:44
 

LONDRA, 28 agosto (Reuters) - L'euro si rafforza,
allontanandosi dal minimo di un anno sul dollaro, in
concomitanza con il raffreddamento dell'eventualità di un
intervento in termini di 'quantitative easing' da parte della
Banca centrale europea.
    Ieri alcune fonti hanno detto a Reuters che è improbabile un
nuovo intervento della Bce al meeting della prossima settimana a
meno che il dato sull'inflazione della zona euro, che verrà reso
noto domani, non mostri un calo significativo.
    Attorno alle 10,30, la moneta unica europea guadagna lo 0,2%
a 1.3215, in rialzo rispetto al minimo toccato ieri a
1,3151 dollari su piattaforma Ebs, al minimo dal settembre 2013.
    La debolezza dell'euro è stata innescata la scorsa settimana
dai toni 'accomodanti' usati dal presidente della Bce, Mario
Draghi, che al forum di Jackson Hole ha detto che la Banca
centrale europea userà "tutti gli strumenti disponibili" per
allontanare la minaccia della deflazione.
    Sullo yen, il dollaro scende dello 0,1% a circa 103,72 yen
, allontanandosi dal massimo di sette mesi di 104,49 yen
visto lunedì.
    Euro/yen pressoché invariato a 137,06.
    
    
                             ORE 10,30               CHIUSURA
 EURO/DOLLARO         1,3211/16                 1,3192  
 DOLLARO/YEN          103,73/79                 103,85  
 EURO/YEN          137,06/10                 137,05 
 EURO/STERLINA     0,7956/59                 0,7959   
 ORO SPOT         1.289,24/9,30          1.282,45/3,45 
    
 
 -  Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia