BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in calo su tensioni Ucraina

venerdì 29 agosto 2014 08:36
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                        511,60    -0,12       468,16
 TOKYO                         15.424,59    -0,23    16.291,31
 HONG KONG                     24.729,38    -0,05    22.656,92
 SINGAPORE                      3.330,87     0,02     3.167,43
 TAIWAN                         9.436,27    -0,44     8.611,51
 SEUL                           2.068,54    -0,35     2.011,34
 SHANGHAI COMP                  2.212,18     0,75     2.115,98
 SYDNEY                         5.625,90     0,03     5.352,21
 MUMBAI                            -           -     21.170,68
   
    29 agosto (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono in calo oggi, dopo che il
rinnovarsi delle tensioni nell'ambito della crisi ucraina ha frenato l'appetito degli
investitori per il rischio a vantaggio dello yen.
    Il presidente ucraino ha dichiarato che le truppe di Mosca sono entrate nel suo Paese in
sostegno ai ribelli filorussi che hanno conquistato un'importante città costiera, in
un'escalation del conflitto che va avanti da cinque mesi.
    Ieri gli Stati Uniti hanno apertamente accusato la Russia di inviare forze da combattimento
in Ucraina e hanno minacciato di inasprire le sanzioni economiche, ma Washington non è arrivata
a definire la mossa di Mosca un'invasione.
    Intanto le borse europee sono attese sostanzialmente invariate in apertura. Occhi puntati
sul dato dell'inflazione nell'eurozona, atteso per le 11 ora italiana, che potrebbe spingere la
Bce ad adottare nuove misure per combattere il rischio deflazione.
     L'indice Msci dell'area Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, intorno
alle 8,30 perde lo 0,12% a 511,60 punti .
    L'indice Nikkei ha chiuso in calo dello 0,23% a 15.424,59 punti.
    In rialzo l'azionario a SHANGHAI, sostenuto dai bancari e soprattutto dai titoli del
settore aeronautico dopo che Shanghai Securities News, giornale ufficiale, oggi ha scritto che a
ottobre prenderà avvio una riforma del settore difesa.
    Nuovamente in calo, invece, HONG KONG con un mercato dominato da realizzi e guadagni
fiacchi. Prada guadagna circa l'1,4%.
    Chiusura in calo per SEUL. In territorio negativo anche TAIWAN, con i titoli
bancari in discesa mentre registra un marginale rialzo il settore elettronico.
    Sostanzialmente piatta SINGAPORE.
    SYDNEY ha perso a fine seduta lo 0,1% a 5.618,6 punti, con i titoli dei beni di
consumo di base e i minerari in calo e dopo che le rinnovate tensioni in Ucraina hanno impattato
su Wall Street.    
    Chiusa per festività MUMBAI, che ieri ha concluso la seduta a +0,3%, nuovo massimo.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia