BORSE EUROPA - Indici poco mossi, rally di Londra

martedì 26 agosto 2014 10:44
 

INDICI                         ORE 10,30   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                    3160,83     -0,15    3019
 FTSEUROFIRST300                1367,64      0,08    1316,39
 STOXX BANCHE                    196,51      0,28     194,21
 STOXX OIL&GAS                   352,22     -0,02     335
 STOXX ASSICURAZIONI             232,91      0,05     228,22
 STOXX AUTO                      483,62     -0,1      481,95
 STOXX TLC                       295,73      0,01     297,6
 STOXX TECH                      293,88     -0,27     290,51
 
    PARIGI, 26 agosto (Reuters) - Stamani l'azionario europeo è poco mossi,
rimangiandosi i forti guadagni della seduta di ieri alimentati dalla prospettiva
di ulteriori misure di stimolo da parte della Banca centrale europea.
    Londra, chiusa ieri per festività, guadagna terreno come previsto, con il
titolo del colosso pubblicitario WPP che guida il rialzo.
    Alle 10,30 italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 sale di un
frazionale 0,08%. L'indice delle blue chip Euro STOXX 50 perde lo
0,15%.    
    Francoforte cede lo 0,26%, Parigi poco mossa (0,01%) mentre
Londra avanza dello 0,4%. 
    Parlando venerdì a una conferenza di banchieri centrali a Jackson Hole, in
Wyoming, il presidente della Bce Mario Draghi ha detto che l'istituto di
Francoforte è pronto a mettere in campo tutti gli strumenti "disponibili" per
contrastare l'eventuale ulteriore calo dell'inflazione.
    Le parole di Draghi, che hanno spinto l'euro ai minimi da un anno contro il
dollaro, hanno alimentato le speculazioni sulla possibilità che la Bce vari una
politica di acquisto di titoli su larga scala -  quantitative easing o QE - per
immettere liquidità nel sistema finanziario e provocare una ripresa
dell'inflazione.
    L'azionario europeo guadagna terreno da metà 2012, con il FTSEurofirst 300
in rialzo del 45%; il rally ha perso slancio a giugno, con gli investitori
preoccupati dall'impatto della crisi ucraina e delle sanzioni occidentali contro
la Russia e dopo che una serie di dati macroeconomici Usa hanno alimentato
l'idea che la Fed possa alzare i tassi di interesse prima del previsto. 
    
    Tra i titoli in evidenza:
    WPP guadagna l'1,5% dopo aver annunciato un utile per il primo
semestre poco sopra le attese e aver confermato gli obiettivi.
    Il produttore di rame Antofagasta lascia sul terreno circa il 2,8%
dopo aver annunciato core profit in rosso nel primo semestre per via di costi di
produzione più alti e del calo dei prezzi del rame.
    La società di servizi aziendali Regus perde il 5,9% dopo aver
annunciato di voler aprire almeno 450 filiali quest'anno a fronte delle 300
stimate in precedenza.
    La società di servizi business Bunzl guadagna l'1,65% dopo i
risultati del primo semestre.
    Adocia sale di circa il 2,9% dopo la presentazione di uno studio
clinico su una terapia per una grave complicazione del diabete.
    La società di ingegneria olandese Imtech guadagna oltre il 7%
sulla vendita della divisione Ict.    
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia