Pop Etruria sugli scudi in borsa su ritorno ipotesi aggregazioni

venerdì 22 agosto 2014 10:11
 

MILANO, 22 agosto (Reuters) - Seduta sugli scudi con scambi intensi stamani per il titolo della Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio. A riaccendere gli acquisti sul titolo contribuisce oggi un articolo di Mf, secondo il quale la trasformazione in spa della popolare riaprirebbe il cantiere delle possibili aggregazioni con altri istituti di credito. In particolare, il giornale riporta le dichiarazioni di Gianni Zonin, presidente della Popolare di Vicenza, banca con cui la Popolare Etruria sarebbe dovuta convolare a nozze se il cda dell'istituto aretino non avesse repinto l'offerta.

"Non escludo niente", ha detto Zonin, precisando: "Sarà il cda a decidere ma posso dire che, nel caso si riprendesse in considerazione il dossier, si tratterà di un'offerta diversa: quella cifra non la offriremo più".

Non è stato possibile contattare Popolare di Vicenza per un commento.

Secondo il giornale sullo sfondo rimane anche l'ipotesi di aggregazione con la Banca Popolare dell'Emilia Romagna (Bper) .

Intorno alle 10 Pop Etruria tratta in rialzo di oltre il 7% a 0,755 euro, sui massimi di seduta, in un mercato cedente. Scambia circa 7,5 milioni di pezzi a fronte di una media giornaliera su 30 giorni di circa 1,3 milioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia