Fiat estende il ribasso su realizzi, ben sotto prezzo recesso

martedì 19 agosto 2014 12:40
 

MILANO, 19 agosto (Reuters) - Fiat estende il ribasso nella tarda mattinata in un mercato che prende beneficio, dopo i recenti rialzi, su livelli che sono significativamente al di sotto del prezzo di recesso per la fusione in FCA NV.

"Non ci sono segnali o indicazioni particolari. Chi ha acquistato sui minimi intorno a 6,5 euro si trova in una buona posizione per realizzare", dice un trader. "Mi sembra un movimento squisitamente tecnico".

L'assemblea Fiat ha approvato a inizio agosto la fusione in FCA NV, che consente lo spostamento della sede del gruppo in Olanda e apre la strada alla quotazione a Wall Street e al rafforzamento della controllante Exor attraverso il meccanismo delle loyalty shares.

L'operazione è subordinata al fatto che l'esborso del gruppo per i recessi non superi i 500 milioni di euro.

Il ribasso del titolo aumenta la possibilità che i recessi siano elevati, mettendo in forse l'operazione e rischiando di innescare un circolo vizioso che si autoalimenta.

Alle 12,25 Fiat perde il 3% a 7,16 euro, con scambi a 6,2 milioni di pezzi da una media 17,3 milioni. Il prezzo a cui é possibile esercitare il recesso é pari a 7,727 euro.

Il titolo è sceso il giorno dell'assemblea quando l'esito del voto ha rivelato che i soci contrari all'operazione avevano la possibilità, se avessero chiesto il recesso, di superare la soglia dei 500 milioni e, nei giorni successivi, fino a un minimo a circa 6,3 euro il 6 agosto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia