PUNTO 1-Borsa, Mps in asta volatilità dopo forti rialzi, salgono diritti

martedì 17 giugno 2014 13:40
 

(elimina refuso nel titolo)

MILANO, 17 giugno (Reuters) - Mps continua a trattare a singhiozzo tra numerose sospensioni per eccesso di volatilità e scambi in forte rialzo.

Dall'avvio dell'aumento lunedì scorso il titolo dell'istituto senese, che nei primi due giorni ha fatto prezzo solo nell'asta di chiusura, segna un balzo di oltre il 40%.

Gli operatori continuano a sottolineare che i movimenti del titolo risentono degli effetti distorsivi tipici delle ricapitalizzazione iperduilitive e forti rialzi trovano ragione principalmente nelle ricoperture rese difficili dal fatto che i titoli rinvenienti dall'aumento di capitale non sono ancora disponibili sul mercato.

"Si continuano a richiamare le opzioni call e questo costringe i venditori delle opzioni a cercare titoli sul mercato", dice un analista del settore bancario.

"Non c'è nulla di nuovo, tutti i fondi indicizzati e quelli che non fanno 'stock picking' sono in balìa del fatto che non ci sono abbastanza titoli in circolazione", aggiunge.

"Vedo solo motivi di ordine tecnico alla base del movimenti di titoli e diritti", gli fa eco un trader.

Nel mattino il titolo Mps è rientrato in asta di volatilità dopo avere segnato un ulteriore rialzo del 20,34% con un ultimo prezzo di 2,662 euro.

I diritti, dopo alcuni stop, trattano invece regolarmente e alle 13,25 segnano un rialzo dell'8,4% a 19,83 euro all'interno di un range intraday tra un massimo di 20,19 e un minimo di 18,16 euro.   Continua...