PUNTO 1-Fincantieri, risorse Ipo per crescere, no dividendi - AD

lunedì 16 giugno 2014 15:40
 

(Aggiunge dettagli da conferenza stampa, a margine)

MILANO, 16 giugno (Reuters) - I proventi dell'Ipo di Fincantieri serviranno per rafforzare la sua struttura patrimoniale e finanziaria in modo da permetterle di sviluppare un portafoglio ordini da 9 miliardi e cogliere le opportunità di espansione.

E proprio perchè l'obiettivo principale è quello della crescita, il gruppo cantieristico non intende distribuire dividendi per almeno tre anni.

"Nel medio termine non abbiamo intenzione di dare dividendi", ha spiegato il Cfo Fabrizio Palermo, confermando quanto scritto nel prospetto informativo.

Successivamente l'AD di Fincantieri Giuseppe Bono ha spiegato che per medio periodo si intendono i prossimi tre anni. "Da tre anni in poi", ha detto durante la conferenza stampa che ha dato il via al roadshow.

L'opvs di Fincanteri prevede un aumento di capitale fino a 600 milioni di azioni e una vendita da parte dell'azionista Fintecna fino a 104 milioni di azioni.

L'amministratore delegato ha spiegato che a oggi la società ha 9 miliardi di backlog e altri 6 miliardi di accordi che nel prossimo futuro dovrebbero trasformarsi in contratti definitivi e che lo sviluppo di un siffatto portafoglio ordini richiede importanti risorse. L'AD ha quindi previsto che in questo modo a fine 2015 i cantieri italiani potrebbero tornare a lavorare a piena capacità produttiva, eliminando così un fattore che al momento incide sulla redditività dell'azienda.

"Il portafoglio ordini ci consentirà nei prossimi anni una crescita del 50%, a cui si accompagnerà una crescita della marginalità", ha spiegato Bono. "Per questo chiediamo un aumento: per avere una struttura patrimoniale e finanziaria solida che ci consenta di affrontare le sfide in futuro".

Bono ha quindi aggiunto che il mercato si sta consolidando e che Fincantieri potrebbe cogliere le opportunità che si presentassero.   Continua...