Borsa Milano in ribasso, giù Telecom Italia, balzo Mps

lunedì 16 giugno 2014 12:39
 

MILANO, 16 giugno (Reuters) - Piazza Affari perde terreno in un mercato fiacco che prende profitto dopo i recenti rialzi, con le altre borse europee indebolite dalle tensioni in Iraq.

"Si fa poco, siamo già in fase estiva", dice un trader. "C'è qualche presa di beneficio sui bancari e su altri titoli che hanno fatto bene. Una prosecuzione della fase incerta e di correzione, nelle prossime settimane, non mi stupirebbe e non sarebbe fonte di preoccupazione".

Alle 12,30 l'indice FTSE Mib e l'Allshare perdono lo 0,6%. Volumi a circa un miliardo.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 cede lo 0,3%. Madrid -0,75%, Parigi -0,4%, Francoforte -0,2% circa.

MPS in netto rialzo, con il titolo sotto aumento di capitale. La Fondazione Mps è fiduciosa che l'operazione si completi positivamente. I diritti sono stabili.

CARIGE poco mossa dopo un deciso rialzo iniziale, mentre parte l'aumento da 800 milioni, che prevede l'offerta di 93 azioni ordinarie ogni 25 ordinarie o risparmio a 10 centesimi. Consob monitorerà l'andamento dei titoli. I diritti calano di quasi il 20%.

FIAT senza spunti dopo che l'AD Sergio Marchionne ha confermato i target 2014. Restano i dubbi del mercato su come verranno finanziati i forti investimenti previsti dal piano al 2018. Il gruppo ha deciso l'emissione di bond fino a 4 miliardi di euro entro il 2015.

MEDIASET perde l'1,6%, dopo le notizie di stampa che parlano di una vittoria di Sky per le aste dei diritti tv.

TELECOM ITALIA in ribasso di oltre il 2% "a causa di realizzi dopo i recenti rialzi", dice un trader. Il titolo non reagisce all'annuncio di Mediobanca che esercita l'opzione per uscire da Telco, holding di riferimento del gruppo. L'annunciato scioglimento di Telco, prima che Telefonica decida sulla questione Brasile, non porterà cambiamenti sostanziali in termini di contendibilità, secondo alcuni analisti.   Continua...