BORSE EUROPA - Indici in calo, pesa crisi Iraq

lunedì 16 giugno 2014 11:02
 

INDICI                       ORE 10,45   VAR %   CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                  3.268,82    -0,43   3.109,00
 FTSEUROFIRST300              1.387,86    -0,21   1.316,39
 STOXX BANCHE                 203,71      -0,56   194,21
 STOXX OIL&GAS                373,84      0,19    335,00
 STOXX ASSICURAZIONI          229,93      -0,6    228,22
 STOXX AUTO                   518,8       -0,65   481,95
 STOXX TLC                    302,36      -0,94   297,60
 STOXX TECH                   286,36      0,02    290,51
    PARIGI, 16 giugno (Reuters) - L'azionario europeo è debole
questa mattina dopo le perdite registrate la scorsa settimana,
appesantito dal montare delle tensioni in Iraq.
    Alle 10,45 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 
cede lo 0,21% a quota 1.387,86. 
    Tra le singole piazze, Francoforte -0,24%, Parigi
 -0,35%, Londra -0,06%. 
    I ribelli sunniti hanno occupato ieri Tal Afar, cittadina
turcomanna nel nordovest dell'Iraq, dopo un'aspra battaglia,
consolidando la posizione nel nord in un'offensiva che minaccia
di smembrare il Paese. 
    A mantenere cauti gli investitori anche il permanere delle
tensioni in Ucraina e i sanguinosi disordini in Kenya.
    Tra i titoli in evidenza:
    * Il gruppo biotech svizzero Actelion schizza di
quasi il 15% in controtendenza rispetto al mercato, dopo aver
annunciato buone notizie sulla sperimentazione di un farmaco per
il cuore. 
    * La danese Vestas cede il 4,2% dopo l'abbassamento
della raccomandazione da parte di Barclays.
    * Bnp Paribas sale dello 0,7%, dopo che il
ministro delle Finanze francese ha rassicurato circa alcuni
colloqui tra l'istituto di credito e le autorità Usa riguardo
alla possibile multa.
    * Alstom guadagna lo 0,6% dopo che alcune fonti
hanno fatto sapere che Siemens e Mitsubishi 
stanno mettendo a punto un'offerta congiunta per il gruppo
francese.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia