Monetario, calo depositi con inizio rob, effetto Bce su tassi

venerdì 13 giugno 2014 13:13
 

MILANO, 13 giugno (Reuters) - L'effetto della decisione delle Bce di porre un interesse negativo sui depositi, così come sulle riserve in eccesso degli istituti bancari, si vedrà soltanto nel lungo termine, traducendosi in una maggiore circolazione di fondi fra banche. E' quello che dicono gli esperti a commento del calo registrato l'altro ieri e comunicato ieri dai depositi presso la Bce.

"Il calo dei depositi presso la Bce è da attribuirsi al nuovo periodo di riserva obbligatoria più che alla mossa della Bce sui depositi" dice un tesoriere di un istituto italiano. "Anche perché gli eccessi di riserva in pancia alle banche vengono penalizzati allo stesso modo".

Tagliando il costo del denaro da 0,25% al nuovo minimo storico di 0,15%, la Bce ha deciso di ridurre contestualmente a -0,10% da zero il livello dei depositi overnight, e a 0,40% da 0,75% il tasso sui prestiti marginali.

"Una scelta, quella sui depositi, i cui effetti si vedranno quando inizierà a circolare più denaro fra le banche. Ma non è una cosa che possiamo aspettarci nel breve termine, implica procedure lunghe come l'apertura di linee di credito" dice ancora il tesoriere.

Una tesoriera di un'altra banca italiana osserva comunque che con gli oltre 130 miliardi in eccesso e una penalizzazione dei depositi, il sistema dovrà necessariamente, sebbene gradualmente, ridurre i fondi in eccesso.

"Mi aspetto che le deposit facility scendano ancora nei prossimi giorni. È vero che anche l'eccesso di riserva viene colpito, e questo comporta un progressivo adattamento alla nuova situazione. Mi aspetto, ma è un'ipotesi, che questo accada attraverso un minor ricorso ai fondi Bce" commenta.

Il livello toccato l'altro ieri dai depositi e comunicato ieri dalla Bce, 13,6 miliardi dai precedenti 39, è basso, ma non del tutto inedito negli ultimi mesi. Il 15 maggio erano stati comunicati fondi depositati presso la Bce a 17 miliardi, l'11 aprile a 20.

Un effetto dell'azione Bce si è comunque visto sui tassi già da dopo l'annuncio della Bce. Quelli sul brevissimo hanno registrato un forte calo, che è ulteriormente proseguito con l'inizio del nuovo periodo rob, mercoledì 11 giugno.

"I tassi sono schiacciati sullo zero, chiaro effetto dell'azione Bce" dice l'operatrice.   Continua...