Banche Ue, Eba renderà più severe regole su remunerazioni banchieri

venerdì 13 giugno 2014 12:31
 

LONDRA, 13 giugno (Reuters) - Eba, l'authority bancaria europea, renderà più severe le proprie linee guida sulle remunerazioni dei banchieri dopo che uno studio ha rivelato profonde differenze nelle modalità secondo cui le banche applicano le norme nell'ambito dell'Ue.

Da un esame delle remunerazioni tra il 2010 e il 2012 è emerso che i banchieri stanno ricevendo stipendi più elevati sotto forma di salari base rispetto ai bonus, con molte banche che non sono riuscite a mettere tetti ai bonus che applicheranno alle remunerazioni a partire da inizio 2015.

Nel 2012 i banchieri che fanno parte dei quadri più alti hanno ricevuto in media bonus per 187.441 euro e uno stipendio base di 172.379 per un totale di 359.820 euro, secondo lo studio. Si tratta di una crescita del 31% nello stipendio base e di un calo di simile entità per i bonus, con un calo complessivo del 10% dal 2010, secondo Eba.

Secondo l'authority le politiche di remunerazione variano in maniera troppo evidente tra le banche sia in termini di proporzione dei bonus differiti sia in termini di numero dei banchieri soggetti alle limitazioni.

Soltanto il 54% dei cosiddetti "high earners", vale a dire i soggetti pagati più di 1 milione di euro l'anno, sono considerati come tali. Ciò significa che molti banchieri sfuggono alle restrizioni sulle remunerazioni.

La Gran Bretagna ha il numero maggiore di "top earners" tra gli Stati Ue con 2.714 banchieri sopra 1 milione di euro, ma poco meno della metà di questi sono identificati come subordinati alle norme dell'Eba, mentre negli altri Stati Ue più o meno tutti sono identificati in modo appropriato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia