Finmeccanica sugli scudi in borsa, aiuta ipotesi vendita Drs

venerdì 13 giugno 2014 10:48
 

MILANO, 13 giugno (Reuters) - Finmeccanica corre in borsa stamani, sostenuta dalle indiscrezioni stampa secondo le quali il nuovo AD Mauro Moretti vorrebbe vendere la statunitense Drs Technologies.

Il titolo del gruppo della difesa scambia in rialzo di due punti percentuali, svettando nell'indice Ftse Mib che arretra dello 0,4% con quasi due milioni di pezzi scambiati contro una media giornaliera di circa 5 milioni.

Per Equita "sebbene tale mossa riduca la diversificazione geografica e significhi uscire da un business con redditività superiore alla media (nel 2013 adjusted EBITA 8,8% vs 5,9%), riteniamo possa essere una notizia positiva per il rafforzamento della struttura finanziaria" e "l'uscita da un business di fatto non integrato nel gruppo". Secondo il broker, assumendo che venga venduta a 7-8 volte l`adjusted EBITA la valutazione potrebbe arrivare a 1,3-1,5 miliardi, "ma molto dipende da chi è il potenziale compratore (riteniamo più probabile un'azienda Usa)".

Mediobanca ammette che, se l'articolo è corretto, la dismissione avrà un impatto positivo sul prezzo del titolo anche se "riteniamo che non sia il momento ideale di vendere Drs: il budget della difesa Usa è sui minimi". Per il broker, che ripete la raccomandazione sul titolo "underperform" con prezzo obiettivo 4,6 euro, un'altra implicazione della vendita di Drs è che si riducono le chances di una cessione di Ansaldo STS.

Oggi il Corriere della Sera, citando la possibile vendita di Drs, ricorda che quest'ultima (acquistata nel 2008 per 5,2 miliardi di dollari) riceve buona parte delle proprie commesse dal Pentagono che "non gradisce intromissioni d'imprese di altri paesi. Per questo il sistema americano ha fatto blocco ostacolando, nei fatti, l'integrazione della Drs in Finmeccanica che, alla fine, ha dovuto concedere totale indipendenza alla controllata".

Finmeccanica non ha voluto commentare l'articolo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia