PUNTO 1-Prelios vede +40% Ebit piattaforma servizi in triennio

giovedì 12 giugno 2014 17:08
 

(riscrive aggiungendo dettagli, fonte su tempi integrazione con Fortress)

MILANO, 12 giugno (Reuters) - Il nuovo piano industriale 2014-2016 di Prelios prevede una crescita dell'Ebit della piattaforma servizi di circa il 40% nel triennio e la discesa dell'indebitamento sotto i 200 milioni di euro. Si tratta di previsioni che non tengono in considerazione le trattative in corso con Fortress che, secondo una fonte, potrebbero chiudersi entro un mese per la parte di gestione del risparmio.

In un comunicato la società, che ha archiviato il 2013 con un Ebit della piattaforma servizi pari a 6,3 milioni e un indebitamento a 388,4 milioni del 2013, ribadisce di volersi trasformare in una "pure management company", completando la dismissione delle partecipazioni in co-investimento e focalizzandosi sulle attività di gestione (risparmio e non performing loan) e servizi immobiliari.

"La società, da un punto di vista operativo, si appresta ad invertire la tendenza migliorando la marginalità e ponendosi sul mercato come aggregatore leader nel settore dei servizi immobiliari", spiega nel comunicato l'AD Sergio Iasi, sottolineando che il piano non tiene conto degli effetti derivanti da eventuali accordi societari o commerciali di natura straordinaria.

"In un'ottica stand alone, questo risulta possibile grazie a tre fondamentali direttrici: l'accelerazione del passaggio a pure management company che si compirà definitivamente al termine del triennio come conseguenza del piano di dismissioni e la relativa razionalizzazione della struttura, l'ulteriore rafforzamento dell'alleanza con il sistema bancario e la transizione dal mercato captive a quello non captive", aggiunge l'AD.

Al fine di migliorare il trend dei ricavi, il gruppo ha inoltre previsto "l'adozione di un insieme di misure di natura finanziaria volte a bilanciare i flussi di cassa in entrata e uscita" e "azioni di cost efficiency".

La nota della società ricorda infine che proseguono le negoziazioni con il fondo internazionale di private equity Fortress relative a possibili integrazioni nel settore della gestione.

Secondo una fonte vicina alla situazione, le trattative per l'integrazione tra le rispettive società di gestione del risparmio (Prelios Sgr e Torre Sgr) potrebbero chiudersi entro un mese, mentre quelle per l'integrazione delle rispettive attività di gestione dei non performing loan (Prelios Credit Servicing e Italfondiario) richiederanno più tempo.

  Continua...