Telecom Italia, scioglimento Telco andrà notificato a Cade - AD

mercoledì 11 giugno 2014 12:30
 

MILANO, 11 giugno (Reuters) - Il prossimo scioglimento di Telco, holding che detiene la quota di riferimento di Telecom Italia andrà notificata all'autorità antitrust brasiliana, Cade, che ha imposto a Telefonica una serie di obblighi legati alla sua presenza nel capitale dell'operatore italiano.

Dopo lo scioglimento di Telco, Telefonica diventerà il primo socio di Telecom, con poco meno del 15% del capitale.

"Per quello che ci riguarda al momento non ci sono novità, se ci sarà il break-up (di Telco) scatterà per noi un obbligo di notifica (al Cade)", ha detto l'AD Telecom Italia, Marco Patuano, a margine di un convegno a Roma.

Il Cade a fine 2013 ha imposto a Telefonica, come conseguenza dell'uscita dalla partecipata Vivo di Portugal Telecom, di decidere entro 18 mesi se cedere una quota in Vivo o uscire dal capitale di Telecom Italia.

In seguito al nuovo accordo in Telco di fine 2013 il gruppo spagnolo ha aumentato la sua partecipazione nella holding salendo al 66%, con nuove azioni senza diritto di voto.

La holding, che detiene il 22,4% del capitale Telecom Italia, è partecipata da Telefonica, Intesa Sanpaolo, Mediobanca e Generali.

Generali ha detto a fine maggio che intende annunciare l'uscita da Telco a giugno.

Secondo la stampa oggi si tiene un cda della società assicurativa, che dovrebbe decidere l'uscita dal capitale della holding di riferimento di Telecom Italia.

L'accordo del 2013 su Telco ha portato il Cade a comminare a Telefonica una multa di 15 milioni di reais, contro la quale il gruppo spagnolo ha recentemente perso un ricorso, secondo la stampa brasiliana.   Continua...