Cerved punta a crescita con piccole acquisizioni - AD

lunedì 9 giugno 2014 14:19
 

MILANO, 9 giugno (Reuters) - Nei prossimi anni Cerved punta a crescere soprattutto attraverso piccole acquisizioni e intende distribuire la cassa che non sarà utilizzata per operazioni di M&A.

E' quanto spiegato dal management del gruppo nel corso di una conferenza stampa, in occasione della tappa milanese del road show dell'offerta pubblica di vendita e sottoscrizione che porterà la società ad approdare in borsa il prossimo 24 giugno.

I vertici del gruppo hanno spiegato che intendono crescere sviluppando il mercato corporate, aumentando le masse in gestione nel credit management e realizzando operazioni di M&A.

"Abbiamo un track record molto interessante, abbiamo sempre integrato aziende, vogliamo continuare a farlo soprattutto in Italia", ha spiegato l'AD Gianandrea De Bernardis. "Parliamo di operazioni non enormi, altamente sinergiche e non rischiose", ha precisato.

Le acquisizioni potranno riguardare sia i settori dove la società è già attiva o in campi 'adiacenti', ha spiegato l'AD, aggiungendo che probabilmente sarà possibile vedere un'operazione di questo tipo già quest'anno.

Dall'Ipo non arriveranno risorse fresche da utilizzare per questo tipo di operazione, dal momento che i proventi della ricapitalizzazione saranno utilizzati sostanzialmente per rimborsare 250 milioni di bond. La discesa del debito però porterà a un calo degli interessi versati.

"La leva post-ipo sarà inferiore a 3 volte l'Ebitda" ha spiegato De Bernardis, spiegando che in questo modo si ridurrà il costo del capitale, pagando 39 milioni di interessi contro i 54 milioni attuali. Per una revisione più estesa della struttura del debito sarà però necessario aspettare fino al 2016, perchè prima le condizioni non sono convenienti, ha spiegato il management.

Per quanto riguarda i dividendi, i vertici del gruppo hanno spiegato che saranno legati al flusso di cassa e alle operazioni straordinarie.

"E' un'azienda con un cash flow interessante, a nord di 50 milioni di euro, crescente negli anni a venire. Questa cassa sarà dedicata a M&A e il restante ai dividendi dei nostri investitori", ha spiegato l'AD, sottolineando che comunque le operazioni di M&A non saranno grandi e costose.   Continua...