Italia non segue Francia e presenta conti in linea con Ue - fonti

venerdì 4 aprile 2014 15:20
 

* Martedì governo conferma deficit 2014 a circa 2,6% da 3% in 2013

* Padoan vede disavanzo strutturale entro 0,5% Pil

* Renzi dice che lavorerà per cambiare regole Ue

* Italia presidente di turno Ue dal primo luglio

di Giuseppe Fonte

ROMA, 4 aprile (Reuters) - A differenza della Francia, il governo di Matteo Renzi presenterà martedì un bilancio dello Stato in linea con le regole Ue rimandando a dopo le elezioni europee, quando l'Italia sarà presidente di turno dell'Unione europea, la battaglia per ottenere ritmi più lunghi di riduzione del debito.

Lo riferiscono due fonti governative in vista dell'8 aprile, quando il governo pubblicherà il nuovo Documento di economia e finanza (Def).

"Le ultime indicazioni macroeconomiche non stravolgono il quadro di finanza pubblica" delineato lo scorso anno, spiega una delle fonti.

Nonostante una stima del Pil 2014 rivista al ribasso a circa +0,8% dal +1,1% dello scorso autunno, il Tesoro manterrà l'indebitamento tendenziale al 2,6%-2,7% dal 3% nel 2013.   Continua...