Petrobras, incidente a marzo, Saipem perde 2,3 km tubi nell'oceano

venerdì 4 aprile 2014 12:09
 

RIO DE JANEIRO, 4 aprile (Reuters) - La compagnia petrolifera brasiliana Petroleo Brasileiro, impegnata ad espandere la sua produzione di greggio, ha subito un altro duro colpo il mese scorso quando Saipem ha perso nell'Oceano Atlantico 2,3 chilometri di tubi d'acciaio.

Il 16 marzo si è verificato un problema al sistema utilizzato per posizionare la tubatura su una piattaforma galleggiante, causando la caduta in mare dei tubi a 1.800 metri di profondità.

Il valore dei tubi, che dovevano collegare la piattaforma a un oleodotto sul fondo dell'oceano, è di circa 2 milioni di dollari, ma il costo dell'incidente sarà certamente maggiore, hanno detto a Reuters due fonti a diretta conoscenza della situazione.

Petrobras perderà decine di milioni di dollari per mancata produzione, salari ed equipaggiamanto in una situazione già difficile per la compagnia a controllo pubblico che a febbraio ha registrato un nuovo calo della produzione di petrolio e gas, ormai stagnante da più di cinque anni.

Nessun commento da Saipem.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia