Cina, settore servizi conferma crescita in marzo - Pmi e Pmi Hsbc

giovedì 3 aprile 2014 08:53
 

PECHINO, 3 aprile (Reuters) - Lieve rallentamento per il settore servizi cinese in marzo, che rimane comunque in fase di crescita, nonostante i recenti indicatori - relativi soprattutto al manifatturiero - che hanno rinforzato i timori di frenata dell'economia del paese.

L'indice Pmi servizi ufficiale cinese è sceso a 54,5 punti dai 55,0 di febbraio, confermandosi sopra la soglia dei 50 punti, che separa le rilevazioni di crescita da quelle di contrazione.

"Il dato mostra che il settore non manifatturiero cinese mantiene un tasso di crescita relativamente veloce" spiega Cai Jin della China federation of logistics and purchasing, l'ente che elabora il rapporto Pmi. "Anche la situazione dell'occupazione continua a stabilizzarsi e a migliorare".

Una buona indicazione per il settore servizi cinese è giunta stamane anche dall'indice Pmi-Hsbc salito ai massimi da 4 mesi in marzo, a 51,9 punti dai 51,0 di febbraio.

"L'indice Pmi Hsbc suggerisce un modesto miglioramento dell'attività in marzo, con l'occupazione che è cresciuta ad un tasso più sostenuto" afferma il capo economista per la Cina di Hsbc Hongbin Qu. "Tuttavia, considerando le deboli rilevazioni sui Pmi manifatturieri si può dire che la forza sottostante dell'economia si sta riducendo, cosa che in ultima analisi dovrebbe pesare sul mercato del lavoro".

Il settore servizi ha generato il 46,1% del prodotto cinese nel 2013.

Il Pmi manifatturiero ufficiale di marzo si è attestato a 50,3 punti; il Pmi Hsbc manifatturiero è invece sceso a 48,0 punti, il minimo da otto mesi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia