BORSE ASIA-PACIFICO - Indici contrastati, occhi su Bce e Cina

giovedì 3 aprile 2014 08:41
 

INDICE                        ORE  8,35     VAR%    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     474,39       -0,09    468,16
 TOKYO                         15.071,88     0,84    16.291,31
 HONG KONG                     22.565,54     0,18    22.656,92
 SINGAPORE                     3.218,32      0,80    3.167,43
 TAIWAN                        8.888,54     -0,19    8.611,51
 SEUL                          1.993,70     -0,18    2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.043,35     -0,76    2.115,98
 SYDNEY                        5.409,90      0,12    5.352,21
 MUMBAI                        22.432,20    -0,53    21.170,68
 
    
    3 aprile (Reuters) - Borse asiatiche contrastate mentre gli
operatori guardano all'imminente piano di stimolo dell'economia
annunciato ieri dalla Cina e alle mosse della Bce.
    L'indice MSCI cede lo 0,1% dopo aver
recuperato circa il 6% dal minimo toccato il 20 marzo.
    Pechino ha assicurato ieri di voler sostenere l'economia
tagliando le tasse sulle piccole imprese e accelerando gli
investimenti sulla linea ferroviaria.
    La Bce dovrebbe mantenere oggi l'attuale livello dei tassi e
fornire nuovi segnali circa la volontà di combattere le spinte
deflazionistiche nella zona euro.
    L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso in
rialzo dello 0,84% a 15.071,88, dopo aver toccato quota
15.086,73, il risultato migliore dall'11 marzo.
    A SHANGAI l'indice Shanghai Composite Index perde lo
0,76% a 2.043,35 punti, mentre il China Enterprises Index
 delle blue chip di Hong Kong avanza dello 0,7%, dopo
aver raggiunto il massimo intraday dal 20 febbraio.
    Il mercato si interroga sui negoziati tra Hong Kong
Exchanges and Clearing Ltd (HKEx) e la borsa di
Shanghai per offrire agli operatori accesso reciproco sulle
proprie piattaforme. Prada cede più dell'8% dopo aver
diffuso i risultati del 2013, chiuso con un tasso di crescita
degli utili inferiore all'1%.  
    A SINGAPORE l'indice Straits Times guadagna lo
0,8%. Guida i rialzi con un +4,8% il gruppo Noble, che ha
ricevuto da Cofco un'offerta del valore di 1,5 miliardi di
dollari per cedere il 51% di Noble Agri.
    Anche a SEUL predominano le prese di beneficio. L'indice
Kospi chiude in calo dello 0,2% a 1.993,70 punti, dopo
aver guadagnato in sei giorni il 2,9%.      
    A TAIWAN l'indice TAIEX scende di 8,97 punti a
8.896,48, dopo essere salito dello 0,36% nella precedente
seduta. Il comparto dei semiconduttori cede lo 0,89%, con il
leader di mercato Taiwan Semiconductor Manufacturing corporation
 che perde l'1,25%.
    
    
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia