Screen Service, controllata Tivuitalia punta a concordato in continuità

mercoledì 2 aprile 2014 19:28
 

MILANO, 2 aprile (Reuters) - Screen Service ha reso noto che la controllata Tivuitalia ha presentato, ai sensi dell'articolo 161 della legge fallimentare, una richiesta di proroga di sessanta giorni per la presentazione della domanda di omologa degli accordi di ristrutturazione dei debiti o della proposta concordataria, sottolineando di essere orientata a passare a una procedura di concordato preventivo in continuità.

Nell'integrare le motivazioni della richiesta di proroga "l'amministratore unico di Tivuitalia ha chiarito che la migliore soluzione a una situazione di illiquidità, cui si contrappone tuttavia una capienza patrimoniale, sia il passaggio alla procedura di concordato preventivo in continuità, finalizzata al mantenimento del principale asset di Tivuitalia (in particolare modo delle frequenze televisive) in vista della sua migliore valorizzazione", si legge in una nota.

Il comunicato precisa che il cambiamento dello strumento giuridico assicurerà flussi sostanzialmente analoghi a quelli originariamente previsti dal piano connesso agli accordi di ristrutturazione ex articolo 182 bis della controllante Screen Service, attualmente in fase di omologa presso lo stesso tribunale.

"Il Tribunale si è riservato di provvedere in merito alla richiesta di proroga e a fronte di tale riserva è stata parimenti sospesa ogni determinazione in merito all'istanza di fallimento chiamata per l'udienza di oggi, in merito alla quale la Corte si esprimerà all'esito del provvedimento che verrà assunto in relazione alla pendente richiesta di proroga", continua la nota.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia