Sorgenia, banche prendono atto posizione Cir, a breve proposta alternativa - fonti

mercoledì 2 aprile 2014 14:25
 

MILANO, 2 aprile (Reuters) - Le banche più esposte verso Sorgenia, il produttore e distributore di energia elettrica e gas, hanno preso atto, nel corso di una call svoltasi stamani, che la Cir non intende andare oltre quota 100 milioni nella ricapitalizzazione della società alle prese con una grave crisi di liquidità e quindi vanno avanti sulla definizione di una proposta alternativa che sarà definita a breve: una massiccia conversione del debito in equity e conseguente controllo di Sorgenia da parte degli istituti di credito.

"A seguito del comunicato di ieri, le banche hanno preso atto che Cir non è disposta ad andare oltre l'ammontare annunciato, pertanto stanno serrando le fila su una proposta che verrà definita fra qualche giorno", dice a Reuters una fonte vicina al dossier.

Le prossime ore saranno spese per limare i dettagli della proposta e su questo i legali sono al lavoro.

Come già emerso, Cir è ferma sull'ipotesi di un aumento di capitale da 190 milioni - a fronte di un indebitamento di 1,9 miliardi - sottoscritto per 100 milioni dalla holding della famiglia De Benedetti, il resto dalla trasformazione in azioni di parte dei debiti vantati dalle banche. Oltre a questi ci sarebbe la conversione di debiti per altri 400 milioni in strumenti partecipativi.

La proposta è considerata non sufficiente dalle banche che hanno chiesto alla Cir di aumentare la quota intorno ai 130-150 milioni. Nel caso contrario le banche sarebbero disposte a entrare come azionisti di controllo nel capitale di Sorgenia, convertendo in tutto o in parte il credito vantato, con la Cir che avrebbe un ruolo minoritario nella società energetica, azzerando di fatto la partecipazione.

Quanto, infine, ai 65 milioni di euro che le principali banche concederanno a Sorgenia, come riportato da Il Messaggero, un'altra fonte sottolinea che "si tratta di uno sblocco di linee di credito per consentire l'operatività della società in attesa della definizione del piano di ristrutturazione".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...