4 aprile 2014 / 11:04 / 3 anni fa

Monetario, tassi restano sostenuti nonostante inizio trimestre e Bce

MILANO, 4 aprile (Reuters) - Si mantengono sostenuti i tassi a brevissimo sul mercato monetario, con un effetto di trascinamento rispetto al passaggio del trimestre, avvenuto nei giorni scorsi.

Con un eccesso di fondi nel sistema che continua a viaggiare poco sopra i 100 miliardi di euro e la prospettiva di un‘ulteriore riduzione della liquidità legata al processo di rimborso dei finanziamenti a lungo termine, gli operatori non vedono grossi margini di riduzione dei tassi a brevissimo.

“Resta un po’ di tensione sul brevissimo, con un repo attorno allo 0,30%, che si trascina dallo scavalco del trimestre” afferma un operatore attivo sul segmento secured del mercato. “Qualche centesimo di riduzione potrebbe anche starci nei prossimi giorni, ma non vedo niente sotto lo 0,25%”.

Intorno alle 12,45 su General Collateral Italia l‘overnight passa di mano allo 0,28%, il tom/next allo 0,30%, lo spot/next allo 0,32%.

Sul fine mese, al fixing di lunedì pomeriggio, la media Eonia è schizzata in alto allo 0,688%.

“L‘eccesso di liquidità è per ora stabile sui 110-115 miliardi e non vedo in prospettiva un rialzo, se mai il contrario; anche mercato cash ed Euribor restano coerenti con questo livello di liquidità, e con un repo allo 0,25%” aggiunge l‘operatore.

RIMBORSI LTRO TORNANO A SALIRE

Nell‘operazione di finanziamento settimanale di martedì scorso la Bce ha assegnato fondi per 110,643 miliardi di euro, oltre 10 in meno rispetto ai 121,305 in scadenza, mentre è stata raccolta l‘intera cifra target di 175,5 miliardi nell‘operazione periodica di sterilizzazione.

Intanto tornano a salire i fondi a lungo termine che le banche restituiranno alla Bce, dopo la riduzione di questa settimana legata allo scavalco del trimestre: poco meno di 5 miliardi la prossima settimana contro i circa 1,6 miliardi appena rientrati. Per quel che riguarda il primo Ltro triennale sono stati rimborsati 308 miliardi sui 489 collocati da Francoforte, sul secondo 228 sui 529 assegnati: complessivamente, a meno di un anno dalla scadenza dei due finanziamenti, la liquidità detenuta dalle banche si è più che dimezzata rispetto alla cifra iniziale.

MERCATO NON VEDE MOSSE BCE NEL BREVE

Non sembra al momento aver sortito un effetto apprezzabile sul mercato monetario quanto emerso ieri dal meeting della Bce.

Come atteso Francoforte ha lasciato invariato il costo del denaro ma in conferenza stampa il presidente Mario Draghi ha accentuato la retorica accomodante, aprendo esplicitamente al possibile utilizzo di una serie di misure non standard - tra le quali anche il quantitative easing - per contrastare la prolungata bassa inflazione.

“Draghi si sta dimostrando abile nel gestire la politica della comunicazione e degli annunci, ma per ora misure concrete in agenda non ce ne sono” commenta un tesoriere. “Fatta salva una po’ di tensione che rimane sul brevissimo, fino al mese, sulle scadenze più lunghe non ho visto movimenti tra ieri e oggi”.

L‘inclinazione della curva dei future Eonia continua tuttavia a risultare invertita fino alla scadenza annuale.

“Questo suggerisce che il mercato sconta comunque un allentamento della politica monetaria da qui a un anno”, spiega lo strategist di Icap Philip Tyson.

In tali condizioni di tassi resta molto gettonato il canale Optes. Anche stamattina le banche italiane hanno approfittato di tutti i fondi messi a disposizione dal Tesoro, 5,922 miliardi a fronte di richieste per 11,3, pagando un tasso medio superiore allo 0,15%, che resta comunque abbondantemente sotto i livelli di mercato.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below