Finmeccanica,accordo Haschke-pm per patteggiamento a 1 anno e 10 mesi-fonti

mercoledì 2 aprile 2014 07:36
 

di Emilio Parodi

BUSTO ARSIZIO, 2 aprile (Reuters) - Guido Ralph Haschke - il consulente italoamericano residente in Svizzera al centro del procedimento per le presunte tangenti sull'appalto da 560 milioni di euro ottenuto nel 2010 da AgustaWestland (gruppo Finmeccanica ) per 12 elicotteri all'India - ha chiesto il patteggiamento a un anno e 10 mesi di reclusione per corruzione internazionale, dopo aver ottenuto il parere favorevole della procura di Busto Arsizio.

Lo hanno riferito fonti a conoscenza del dossier, aggiungendo che è già stata fissata un'udienza il prossimo 11 aprile in cui il gup Alessandro Chionna dovrà decidere se ratificare il patteggiamento.

L'accordo raggiunto con la procura, hanno spiegato le fonti, prevede che non venga concessa la sospensione condizionale. Si tratta comunque di una pena che consentirà ad Haschke, sottratto il "presofferto" (cioè il periodo già trascorso agli arresti), di ottenere la detenzione domiciliare o chiedere l'affidamento in prova ai servizi sociali.

Non è stato possibile al momento ottenere un commento dalle parti interessate.

La tesi dell'accusa è che le presunte tangenti dirette ad alti funzionari indiani (al momento in India è indagato l'ex capo di stato maggiore Sashi Tiagy) siano state originate da contratti di consulenze "gonfiate" spartiti fra due gruppi di società: quelle del britannico Christian Michell e soci, e quelle di Haschke e soci.

Finmeccanica, AgustaWestland e i principali indagati hanno invece sempre respinto gli addebiti, sostenendo che i contratti fossero relativi a consulenze ingegneristiche realmente effettuate e documentate, e che nemmeno un euro sia finito a funzionari indiani.

Se verrà ratificato, questo sarà il primo patteggiamento per corruzione dell'inchiesta partita dalla procura di Napoli e arrivata a Busto Arsizio per competenza territoriale, consentirà ad Haschke di uscire di scena e sarà la prima sentenza di una vicenda che si trova, in parte, ancora in indagini preliminari e, in parte, già in aula col processo immediato in cui sono imputati di corruzione internazionale e false fatture l'ex AD di Finmeccanica Giuseppe Orsi e l'ex AD di AgustaWestland Bruno Spagnolini.

  Continua...