PUNTO 1-Telecom, su cda Iss per Assogestioni, voto presidente a Recchi

martedì 1 aprile 2014 18:58
 

(Aggiunge nuovi elementi da report)

MILANO, 1 aprile (Reuters) - In vista dell'assemblea Telecom Italia per il rinnovo del consiglio, il proxy adviser Iss suggerisce di votare per la lista Assogestioni, mentre sul presidente esprime preferenza sia per Giuseppe Recchi che per Vito Gamberale.

Lo si legge nel report dell'adviser, che suggerisce però in ultima istanza di votare per Recchi, candidato di Telco, azionista di riferimento del gruppo con il 22,4% del capitale.

Telco è a sua volta partecipata da Telefonica con il 46,18%, da Intesa Sanpaolo e Mediobanca con l'11,62% ciascuna e da Generali con il 30,58%.

L'azionista Marco Fossati, che ha presentato una lista di minoranza come Assogestioni, ha chiesto un presidente di garanzia nominato tra le minoranze e ha indicato Gamberale.

Iss considera Recchi e Gamberale candidati validi per la presidenza, ma considerato che Gamberale potrebbe non essere eletto "è più sicuro votare Recchi che sarà sicuramente nominato nel consiglio; quindi in grado di prendere anche la presidenza".

Infatti se Gamberale non viene eletto come presidente e la candidatura di Recchi viene respinta la decisione passa all'assemblea e gli azionisti che votano su indicazione del proxy adviser perdono visibilità sulla decisione finale.

La meccanica del voto prevede che se l'assemblea non è in grado di votare a maggioranza uno dei candidati, sarà il consiglio a nominare il nuovo presidente.

La lista che raccoglie il maggior numero di voti in assemblea ha diritto di nominare quattro quinti del cda. Si voterà su liste di candidati a consiglieri e per il presidente.   Continua...