Ue, Padoan: margini su tempi aggiustamento conti con riforme

martedì 1 aprile 2014 18:20
 

ATENE, 1 aprile (Reuters) - Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha detto che le regole europee consentono, in presenza di uno sforzo riformatore in uno stato membro, la possibilità di rivedere i tempi di raggiungimento degli obiettivi di bilancio.

"Ci sono margini che legano lo sforzo di riforme strutturali, le condizioni eccezionali dell'economia, alla possibilità di modulare i tempi dell'aggiustamento strutturale, non la direzione", ha detto il ministro a margine dei lavori dell'Eurogruppo.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha promesso una serie di misure per spingere la crescita che, almeno inizialmente, potrebbero richiedere un aumento del deficit.

Fonti governative hanno detto che in occasione del semestre di presidenza dell'Unione europea l'Italia potrebbe spingere per rivedere i termini del Fiscal Compact che prevede il pareggio strutturale di bilancio e il calo del debito di un ventesimo l'anno nella parte eccedente il 60%.

Il percorso di rientro del deficit strutturale dell'Italia è stato già giudicato insufficiente dalla Commissione europea.

Renzi ha promesso di rispettare gli impegni presi a livello europeo ma ha definito obsoleto quello del 3% sul deficit/Pil.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia