Eni, Renzi rispetta giudici su Scaroni, nomine fatte indipendentemente

lunedì 31 marzo 2014 19:01
 

ROMA, 31 marzo (Reuters) - Il governo rispetta la sentenza circa la condanna a 3 anni di reclusione e 5 di interdizione dai pubblici uffici dell'attuale Ad di Eni, Paolo Scaroni, sulla vicenda di Porto Tolle e sulle prossime nomine alla guida delle società a controllo pubblico prenderà decisioni "indipendentemente" da questa vicenda, comunicando prima "le sue linee di indirizzo" sulle aziende.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi rispondendo ad una domanda nel corso della conferenza stampa dopo il cdm di oggi a palazzo Chigi sulle riforme costituzionali.

Renzi in precedenza, parlando della riduzione del numero dei parlamentari, aveva detto anche che "ci sarà una riduzione nelle aziende, poi ne vedrete delle belle".

Alla domanda se terrà conto della condanna del tribunale di Rovigo in primo grado a Scaroni nelle prossime nomine, ha detto: "Noi rispettiamo le sentenze della magistratura. Sulle nomine indipendentemente da questa vicenda il governo indicherà le sue linee di indirizzo. Aspettiamo di far conoscere visioni, linee sulle aziende" prima di pubblicare le liste degli amministratori per le assemblee.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia