Borsa Milano chiude positiva trainata da banche, volano Banco Popolare, Mps

lunedì 31 marzo 2014 17:59
 

MILANO, 31 marzo (Reuters) - Le banche trascinano al rialzo Piazza Affari che inizia la settimana con il segno positivo a differenza delle altre piazze europee che hanno perso forza nel finale.

A dare la stura al rialzo dei bancari italiani un report di Credit Suisse secondo cui "le banche italiane appaiono attraenti" sulla base dei multipli. Nel report, intitolato "Italia: continua il Renzi rally", il broker conferma il giudizio 'overweight' sul paese nonostante ritenga che l'azionario sia in ipercomprato.

La scommessa è che i recenti movimenti di BlackRock su alcune banche italiane possano essere seguiti da analoghe operazioni da parte di altri investitori esteri, in particolare degli Usa.

L'indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dello 0,90%, l'Allshare dello 0,99%. Deboli Londra, Francoforte e Parigi. Volumi per 3,9 miliardi di euro.

BANCO POPOLARE vola a doppia cifra al debutto dell'aumento di capitale da 1,5 miliardi. Nel weekend è emerso che BlackRock possiede l'1,34% dell'istituto nel quale Goldman Sachs ha l'1,9%. Ben comprati anche i diritti. Tra i due titoli per il momento è sostanzialmente rispettata la parità.

Tonica, anche se in chiusura sotto i massimi, MONTE PASCHI : oggi la Fondazione Mps ha comunicato di aver trovato azionisti stabili esteri a cui vendere una parte della sua quota. "Cresce la fiducia che il Monte possa diventare una banca normale, una public company", spiega un operatore.

In scia BANCA CARIGE così come altre popolari prossime all'aumento di capitale come POP MILANO, POP SONDRIO e CREVAL. Lo stoxx italiano dei bancari sale del 3,26%, quello europeo dello 0,89%.

Bene FIAT : oggi il Ceo Sergio Marchionne ha dichiarato che la società può finanziare il nuovo piano industriale con l'emissione di debito pur restando sul tavolo l'ipotesi di aumento di capitale con strumenti particolari.

Si accende l'interesse per le RCS RISPARMIO di categoria B dopo l'annuncio della conversione. Più tranquille le RISPARMIO categoria A mentre le ordinarie cedono quasi il 3%.   Continua...