Se rigassificatore Olt strategico, ricadute in bolletta-Bortoni

lunedì 31 marzo 2014 13:57
 

MILANO, 31 marzo (Reuters) - Qualora il rigassificatore Olt al largo di Livorno, jv E.On e Iren, fosse considerato strategico con conseguente business regolato, ci sarebbero ricadute sulla bolletta del gas.

A dirlo è il presidente dell'Autorità per l'Energia e gas, Guido Bortoni, commentando quanto dichiarato dal vice ministro allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti, che ha definito l'infrastruttura strategica per il Paese.

"La legge 93/11 prevede ci siano esigenze strategiche di tutte le infrastrutture, definite con DPCM, come i rigassificatori. Credo che De Vincenti abbia fatto riferimento a questa norma. Bisogna valutare quali sono le esigenze strategiche per il Paese", ha spiegato Bortoni. Che ha aggiunto: "La norma non prevedeva nome e cognome dell'infrastruttura".

Alla domanda se ci saranno ricadute in bolletta nel caso di strategicità dell'impianto, Bortoni ha cosi risposto: "Certamente ci sarà una ricaduta sulle bollette del gas perchè si tratta di opera strategica. Le infreastrutture strategiche rispondono a un interesse generale e, come tali, è giusto che vengano sostenute in parte in tariffa dalla comunità".

Sia E.On sia Iren premono affinchè Olt diventi business regolato alla luce dell'attuale crisi dei consumi di gas e quindi del basso utilizzo del rigassificatore.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia