BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in rialzo su speranze stimolo Cina

lunedì 31 marzo 2014 09:16
 

INDICE                        ORE  9,00    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                        469,05     0,49       468,16
 TOKYO                         14.827,83     0,90    16.291,31
 HONG KONG                     22.118,74     0,24    22.656,92
 SINGAPORE                      3.189,09     0,53     3.167,43
 TAIWAN                         8.849,28     0,85     8.611,51
 SEUL                           1.985,61     0,23     2.011,34
 SHANGHAI COMP                  2.032,52    -0,45     2.115,98
 SYDNEY                         5.394,80     0,52     5.352,21
 MUMBAI                        22.369,39     0,13    21.170,68
 
    
    ROMA, 31 marzo (Reuters) - L'azionario dell'area Asia-Pacifico appare in
rialzo oggi, con gli investitori che contano sul fatto che la Cina adotti misure
di stimolo per la propria economia.
    Intorno alle 8,55 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, è in rialzo dello 0,5% mentre Tokyo ha
chiuso in rialzo dello 0,9%.
    Venerdì il premier cinese Li Keqiang ha cercato di rassicurare gli
investitori sul fatto che Pechino è pronta a sostenere un'economia che ha
rallentato il passo, dicendo che il governo ha adottato politiche adeguate e che
rilancerà gli investimenti infrastrutturali.
    L'euro venerdì è sceso ai minimi da quasi un mese contro il dollaro dopo che
l'inatteso calo dell'inflazione in Spagna e Germania ha alimentato la speranza
che la Banca centrale europea allenti ulteriormente la politica monetaria.
L'attenzione oggi sarà sui dati dell'inflazione nella zona euro.    
    La Borsa di HONG KONG è in lieve rialzo. La vendita di azioni dei big di
energia e manifattura, sulla scia di risultati deludenti, è controbilanciata
dalla performance positiva dei titoli del settore gaming in vista della
diffusione dei risultati mensili dei casinò a Macao. Zoomlion Heavy Industry
Science and Technology , che produce attrezzature per le
costruzioni, ha lasciato sul terreno il 6,9% dopo che ha annunciato un calo del
48% dei ricavi nel 2013 per via di una domanda debole. Il gruppo petrolifero
offshore Cnooc ha perso il 5% avendo deluso le previsioni degli
analisti, con un calo dell'11% dell'utile netto nel 2013.
    Ma sono balzati i titoli dei casinò, con Galaxy Entertainment Group
 in rialzo del 2,9% e Sands China del 2,5%. Prada 
perde circa lo 0,6%.
    Cedente SHANGHAI. I titoli di società il cui business è legato alla zona di
libero scambio di Shanghai hanno registato ancora un forte calo, con Shanghai
Oriental Pearl che perde il 10% e Shanghai New World in
ribasso del 6,5%. Bene gli energetici dopo notizie di stampa sul lancio di
futures energetici.
    In INDIA indici ai massimi per la sesta seduta consecutiva grazie al rally
delle bluechip. L'indice BSE ha toccato la quota record di 22.467,21
punti, mentre il NSE ha raggiunto il massimo storico, 6.730,05 punti.
    A SINGAPORE l'indice principale è in rialzo per la quarta seduta
consecutiva, ai massimi da quasi quattro mesi.
    Bene anche TAIWAN, con i produttori di memorie in rialzo. In particolare,
Inotera Memories e Nanya Technology Corp hanno guadagnato
rispettivamente il 4,08% e il 6,86%, dopo che media locali hanno riportato che
le due società annunceranno risultati trimestrali migliori delle attese.
    La borsa di SYDNEY ha chiuso in rialzo dello 0,5%, sostenuta dai dati che
mostrano una ripresa del credito e sulle aspettative legate alla Cina, primo
mercato per l'export australiano.
    A SEOUL chiusura ai massimi da tre mesi grazie agli acquisti dall'estero.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia