Borsa Usa in calo, Citigroup perde oltre 5%

giovedì 27 marzo 2014 18:49
 

NEW YORK, 27 marzo (Reuters) - Gli indici di Wall Street sono in calo, nonostante la pubblicazione di alcuni dati macroeconomici positivi, che tuttavia non sono sufficienti a contrastare le preoccupazioni per le tensioni a livello geopolitico dopo la presa della Crimea da parte della Russia.

Il nuovo dato sul Pil statunitense nel quarto trimestre è risultato infatti più alto della precedente stima e le richieste di sussidi di disoccupazione sono calate la scorsa settimana.

Resta però alta la tensione sul fronte russo: ieri Stati Uniti e Unione europea hanno deciso di lavorare assieme a possibili nuove sanzioni economiche in risposta all'intervento di Mosca in Ucraina.

I timori per gli effetti che potrebbero avere eventuali sanzioni sul settore energetico russo spingono però al rialzo il greggio e di conseguenza anche l'indice dei titoli energetici dell'S&P.

Wall Street risente inoltre del calo deciso di Citigroup , che cede oltre 5% e segna il ribasso giornaliero peggiore da novembre 2012 dopo che la Fed ha rigettato il piano patrimoniale della banca.

Intorno alle 18,45 il Dow Jones cede lo 0,06%, l'S&P 500 lo 0,24%, il Nasdaq perde lo 0,5%.

Tra gli altri titoli in evidenza, in calo Zion Bancorp (-1,3%), dopo la bocciatura del piano patrimoniale da parte della Fed.

TriNet Group balza del 18,9% nel giorno del suo debutto a fronte di un prezzo per azione fissato per l'Ipo a 16 dollari che valorizzava la società circa 1,09 miliardi.

  Continua...