Mps, aumento di capitale in seconda metà di maggio - Profumo

mercoledì 26 marzo 2014 18:33
 

SIENA, 26 marzo (Reuters) - L'aumento di capitale da 3 miliardi di Mps partirà nella seconda metà di maggio, una-due settimane dopo il 12.

"Possiamo partire dopo il 12 maggio. Si deve depositare la trimestrale, quindi una o due settimane dopo", spiega il presidente della banca Alessandro Profumo, a margine di un convegno.

Con il rafforzamento patrimoniale Mps vuole ripagare parte dei 4,1 miliardi ricevuti dal Tesoro ed evitare la nazionalizzazione.

Fondazione Mps, azionista con il 15%, vedrà scendere la propria quota ma non esclude di trovare un azionista strategico con cui siglare un patto di sindacato.

"Mi auguro che restino azionisti che credono nella progettualità di lungo termine e che accompagnino la banca nei suoi progetti di stabilizzazione e crescita", dice Profumo.

"La discesa al 15% è un passaggio importante, chi ha comprato sottoscriverà certamente l'aumento di capitale. Non ho ancora incontrato BlackRock, ma loro sono operatori molto professionali", aggiunge il manager a proposito del Fondo Usa che detiene il 5,748% di Mps.

"BlackRock è uno dei più grandi gestori di asset del mondo. È estremamente importante che abbia voluto investire nel titolo Montepaschi e di banche italiane. Questo dà due segnali importanti: l'Italia è tornata nell'attenzione dei grandi operatori e Banca Mps viene considerata una banca che, come si dice oggi, ha fatto i compiti a casa", ha aggiunto

Profumo nega che la discesa di Alberto Aleotti dal 4 all'1,034% sia un problema: "È un dispiacere perché sono stati degli ottimi compagni di viaggio. Come sapete, la scelta non è stata fatta dalla famiglia Aleotti perché Finamonte è gestita in maniera autonoma, è stata una scelta indipendente".

Il presidente di Mps non si sbilancia, invece, sull'ispezione di Consob e Guardia di finanza: "In questo anno e mezzo abbiamo sempre avuto un rapporto di grande fiducia nel lavoro dell'autorità giudiziaria, dando sempre la massima collaborazione".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia