PUNTO 1-Rcs, Cairo non esclude aumento quota, Cda "decisi da assemblee"

mercoledì 26 marzo 2014 13:20
 

(Aggiunge altre dichiarazioni Cairo)

MILANO, 26 marzo (Reuters) - La partecipazione di Urbano Cairo in Rcs è ferma al 2,84%, ma l'editore non esclude di poter eventualmente aumentare la partecipazione e sottolinea che la composizione dei Cda si decide in assemblea in base ai rapporti di forza tra gli aizonisti.

Interpellato a margine della Star conference, il presidente di Cairo Comunication ha declinato l'invito dell'"amico" Diego Della Valle a guidare Rcs, ma non ha escluso un suo ingresso in Cda.

"Questo non si può dire" ha risposto a chi gli chiedeva di un possibile incremento della quota in Rcs. "E' una cosa che se la fai, poi la comunichi, ma finché non la fai, non dici quello che vorresti fare", ha detto sottolineando di essere rimasto fermo a quanto acquisito in occasione dell'aumento di capitale.

CDA NON E' IN SCADENZA, "CI PENSERO'" SE INVITATO A ENTRARE

Interrogato su un possibile cambiamento nella composizione del Cda, che diversi azionisti non considerano più rappresentativo del mutato assetto di controllo del gruppo, Cairo ha dichiarato: "Ci sono le assemblee e le assemblee eleggono i consigli (...) che dipendono dai rapporti di forza" tra gli azionisti.

L'8 maggio è prevista l'assemblea di bilancio di Rcs, anche se la convocazione e l'ordine del giorno non sono ancora ufficiali. Secondo le attese dell'AD Pietro Scotto Jovane, dovrebbe essere cooptato un nuovo consigliere al posto di Carlo Pesenti che si è recentemente dimesso. E' possibile che si cerchi una figura che possa rappresentare anche gli azionisti più insoddisfatti, a partire da Diego Dealla Valle che ha il 9%.

"Diciamo che adesso è presto per dirlo" ha risposto Cairo a una domanda sull'ipotesi che l'assemblea possa discutere della revisione del consiglio. "Questo Cda non scade, mi pare vada integrato. Per quanto mi riguarda non ho chiesto che la sua revoca sia inserita nell'ordine del giorno", ha sottolineato in un secondo tempo.   Continua...