26 marzo 2014 / 10:54 / 3 anni fa

PUNTO 4-Mps, Consob in sedi Fondazione, Mps capital services - fonti

(Aggiunge dettagli da fonte Consob)

SIENA/ROMA, 26 marzo (Reuters) - Ispettori Consob e GdF hanno fatto visita oggi alla sede della Fondazione Mps a Siena e a Mps Capital Services, intermediario di cui si serve abitualmente la Fondazione, a Firenze, secondo fonti dell'autorità di vigilanza e a conoscenza della situazione.

Una fonte Consob dice che obiettivo delle ispezioni è "ricostruire l'operatività sul tiolo Mps nelle ultime settimane e in particolar modo nelle giornate del 5 e del 18 marzo".

Il 5 è il giorno in cui il titolo balza del 19% su voci poi rivelatesi infondate di operazioni di cessione della Fondazione.

Il 18 è il giorno in cui viene messa in piedi la cessione accelerata del 12% di Banca Mps in mano a Fondazione tramite Morgan Stanley.

La ricostruzione dei movimenti sul titolo viene fatta "alla luce dei flussi informativi che hanno accompagnato sia prima che dopo le fasi operative". Si cerca di verificare, in altre parole, che tipo di rumors hanno alimentato l'operatività sul titolo.

"L'ipotesi come sempre è valutare se c'è stato abuso di mercato" cioè se ci sia stata manipolazione informativa, manipolazione operativa o insider trading.

Mps Capital Services è una controllata del gruppo Mps è nata dall'integrazione societaria tra MPS Banca per l'Impresa e MPS Finance.

Non è stato ancora possibile avere un commento ufficiale dalla Fondazione, dalla Banca e da Consob.

Fondazione Mps è azionista della banca Mps con il 15% dopo aver ceduto nelle ultime settimane una quota analoga, sfruttando una fase di forte ripresa delle quotazioni del titolo. In quel modo ha ripagato il suo debito di 300 milioni con le banche creditrici e sta valutando altre cessioni a un potenziale partner strategico.

Nelle successive comunicazioni alla Consob è emerso che BlackRock è salita il 18 marzo al 5,748% del capitale della banca senese.

Una fonte giudiziaria ha detto, con riferimento alla cessione del pacchetto del 12% che "Consob vuole vederci chiaro, probabilmente c'è un problema di trasparenza per quanto riguarda il metodo. Forse Consob non ha ricevuto tutte le informazioni richieste".

A inizio marzo, in occasione di un forte rialzo del titolo con scambi elevati, Consob aveva fatto sapere di essersi mossa tempestivamente per valutare l'anomalia del movimento di mercato chiedendo informazioni agli intermediari più attivi.

Pochi giorni dopo è stata ufficializzata una cessione di una quota rilevante degli Aleotti. Il socio stabile di Mps è sceso il 5 marzo dal 4% all'1,034%.

In Procura a Siena è inoltre aperto un fascicolo per ora senza indagati per una ipotesi di insider trading.

Per oggi sono previste riunioni della Deputazione amministratrice e della più ampia Deputazione generale, con un ordine del giorno di carattere ordinario.

In chiusura il titolo Mps, stamane debole, quota in rialzo dell'1,45% a 0,2384 euro in un mercato positivo, con l'indice che sale dell'1,3%.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below