Acea, Marino accusa cda: scarsa sensibilità su riduzione componenti

martedì 25 marzo 2014 19:32
 

ROMA, 25 marzo (Reuters) - Il sindaco di Roma Ignazio Marino, che controlla il 51% di Acea, accusa il cda dell'azienda di "scarsa sensibilità" sulla sua proposta di ridurre sia il numero dei consiglieri dagli attuali 9 a 7 o 5, sia i loro compensi.

In un filmato postato sulla sua pagina Facebook Marino ricorda di "aver preso carta e penna il 3 marzo per chiedere di ridurre a 7 o a 5 il numero degli attuali 9 consiglieri di Acea, riducendo anche i loro compensi che sono particolarmente alti. Anch'io ho inteso ridurre il mio per dare un segno".

"La reazione del cda ha mostrato scarsa sensibilità", accusa dunque il sindaco ricordando la decisione annunciata ieri a tarda sera dal cda di convocare una assemblea per il 5 giugno per la quale "nella definizione dell'ordine del giorno il cda terrà conto della richiesta pervenuta dal sindaco".

Il sindaco aveva scritto ad Acea lo scorso 3 marzo ricordando che motivazioni specifiche delle richieste sarebbero poi state allegate alla proposta di delibera assembleare e rese pubbliche quando saranno state depositate.

Acea, lo scorso 10 marzo, ha chiesto a sua volta all'azionista di riferimento se la richiesta di revoca "riguardi tutti o solo alcuni amministratori" e di valutare i costi di eventuali rescissioni di contratti in essere. Il 13 marzo il sindaco ha ribadito la sua richiesta di convocazione dell'assemblea e quindi la società ha convocato il cda di ieri.

Il cda di Acea è composto di nove persone, compreso il presidente Giancarlo Cremonesi, ed è stato nominato ad aprile 2013 quando era sindaco, uscente, Gianni Alemanno. Amministratore delegato della società è Paolo Gallo.

Gli azionisti rilevanti, alle spalle dell'azionista di maggioranza Comune di Roma, sono Francesco Gaetano Caltagirone, che ha il 16,35%, e Suez Environnement, che ha il 12,48%.

I soci privati, anche dopo recenti incontri con il sindaco, non hanno appoggiato la proposta dell'azionista pubblico.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia