Euro a 1,40 dlr troppo forte, occorre riflessione su Bce - Tajani

martedì 25 marzo 2014 10:07
 

MILANO, 25 marzo (Reuters) - La moneta unica a 1,40 dollari è su livelli troppo elevati e penalizza, oltre all'economia italiana, anche quella spagnola, francese e, nel lungo periodo, tedesca.

Lo ha detto nel corso di un convegno il vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, sollecitando anche una riflessione sugli obiettivi della Banca centrale europea.

"Non possiamo fare politica industriale senza fare una riflessione sulla nostra moneta", ha detto Tajani. "Uscire dall'euro sarebbe un errore clamoroso ma a 1,40 l'euro danneggia l'economia spagnola, italiana, francese e, alla lunga, danneggerà anche quella tedesca".

Secondo il commissario per l'Industria, inoltre, "occorre aprire un dibattito su una banca centrale diversa" che, analogamente alla Fed, possa perseguire l'obiettivo di una bassa disoccupazione.

Sull'inflazione "mi rendo conto delle preoccupazioni tedesche ma non è che c'è sempre Weimar dietro l'angolo", ha aggiunto.

Infine, Tajani ha lanciato un appello per le politiche di crescita.

"Chiedere sacrifici senza politiche per la crescita significa fare un danno enorme a 500 milioni di cittadini europei", ha detto.

(Elvira Pollina)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia