Ue, clausola flessibilità non utile a Italia, investimenti fissati - Tesoro

venerdì 14 febbraio 2014 19:38
 

ROMA, 14 febbraio (Reuters) - Per come è concepita, la clausola che consente nel 2014 maggiore flessibilità sugli investimenti è di fatto "priva di utilità" per l'Italia "in quanto richiederebbe una manovra restrittiva di pari entità della flessibilità concessa, con effetti che sarebbero neutri o negativi sulla crescita nel breve periodo".

Lo scrive il Tesoro in una nota replicando a una fonte Ue secondo la quale sarebbero scaduti i termini perché la Commissione europea possa concedere all'Italia l'uso della clausola per gli investimenti nel 2014, uso che avrebbe consentito un margine di spesa pubblica leggermente più flessibile.

"La legge di Stabilità per il 2014 ha peraltro già programmato investimenti ritenuti indispensabili per la crescita dell'economia nazionale senza dover ricorrere alla ricordata clausola", spiega il Tesoro aggiungendo che comunque il programma di revisione della spesa è stato discusso con il premier e il governo sta preparando il materiale "necessario ad assumere decisioni eventualmente da comunicare alla Commissione".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia