Borsa Usa, Dow e S&P positivi, ignorano dati produzione

venerdì 14 febbraio 2014 17:48
 

NEW YORK, 14 febbraio (Reuters) - Gli indici azionari Usa sono contrastati, con l'S&P 500 sulla buona strada per mettere a segno la prima serie dell'anno di due settimane consecutive positive mentre il Nasdaq cede frazionalmente terreno.

Gli investitori sembrano comunque generalmente inclini a relegare in secondo piano alcuni dati macro deboli legandoli alle cattive condizioni meteorologiche.

A gennaio i prezzi export sono saliti dello 0,2%, il terzo aumento mensile di fila che rappresenta un segnale potenzialmente positivo per la domanda economica globale e le prospettive per la manifattura americana.

Tuttavia il rigido clima invernale ha influenzato la lettura della produzione industriale, che il mese scorso ha segnato un calo dello 0,8%, il più pronunciato in oltre quattro anni e mezzo.

"La produzione industriale è calata. E' stata una grossa sorpresa ma il mercato ne sembra immune", commenta Andre Bakhos, managing director di Janlyn Capital LLC a Bernardsville, New Jersey. "Il fatto che il mercato non sia stato influenzato negativamente dai dati deboli, da nessuno dei recenti numeri che sono risultati inferiori alle attese, è perché si pensa che sia a causa del tempo e non per un rallentamento dell'economia".

Nonostante le difficili condizioni meteo la lettura preliminare dell'indice Thomson Reuters/Università del Michigan a febbraio è rimasta stabile a 81,2.

Intorno alle 17,40 italiane il Dow Jones avanza dello 0,45%, l'S&P 500 dello 0,3% mentre il Nasdaq cede lo 0,05%.

I volumi sono attesi sotto tono dopo la pesante nevicata che ieri si è riversata sulla costa orientale degli Usa e in vista della chiusura dei mercati lunedì per la festività del Presidents Day.

Tra i singoli titoli la catena di negozi di abbigliamento maschile Jos. A. Bank Clothiers ha annunciato l'acquisto di Eddie Bauer per 825 milioni di dollari dal gruppo di private equity Golden Gate Capital. Il titolo perde lo 0,6%.   Continua...