Publicis, risultati sotto target per debolezza emergenti in trim4

giovedì 13 febbraio 2014 12:12
 

PARIGI, 13 febbraio (Reuters) - Publicis non è riuscita a raggiungere i target di crescita annuali a causa del rallentamento registrato nel quarto trimestre in mercati emergenti come Cina e India.

L'agenzia pubblicitaria, al lavoro per portare a termine una fusione da 35 miliardi di dollari con la concorrente Usa Omnicom per creare il maggiore gruppo al mondo nell'advertising, ha sottolineato che la debolezza è temporanea e ha previsto una crescita del 4% delle vendite organiche nel 2014.

Publicis anche punta a far crescere ancora il suo margine oprativo che nel 2013 è salito al 16,5% dal 16,1% del 2012.

Nel 2013 le vendite organiche sono cresciute del 2,6% a 6,95 miliardi a fronte di un obiettivo di +3,5%/+3,6% indicato a metà ottobre. Nel quarto trimestre l'incremento è stato solo dello 0,7%. L'utile operativo dell'intero anno è salito del 7,8% a 1,15 miliardi, mentre l'utile netto è cresciuto dell'11,5% a 816 milioni.

"Non c'è un'inversione del mercato. Sulla base di quanto abbiamo visto da inizio anno, pensiamo che sia solo un fenomeno congiunturale. Non mette in discussione il nostro piano di crescita per quest'anno", ha detto l'AD Maurice Levy commentando i risultati del quarto trimestre. Il manager si immagina poi che dopo la fusione con Omnicom verrà probabilmente distribuita un po' di cassa agli azionisti.

Intorno alle 12 Publicis sale in borsa del 2% a fronte di uno stoxx dei media europei in lieve calo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia