PUNTO 1-Indesit, risultati 2013 in calo su debole domanda, tassi cambio

mercoledì 12 febbraio 2014 18:17
 

(Aggiunge dettagli da conference call, nota)

MILANO, 12 febbraio (Reuters) - Indesit ha archiviato il 2013 con ricavi e utili in deciso calo, a causa della debole domanda e dell'impatto negativo dei tassi di cambio di alcune valute, ma è riuscita a preservare i margini.

I risultati sono stati comunque sostanzialmente in linea con le aspettative del mercato e della società.

"I risultati 2013 non sono molto diversi da quello che vi aspettavate e da quello che ci aspettavamo", ha detto il presidente e AD Marco Milani in apertura della conference call con gli analisti. "Siamo riusciti a mantenere i margini nonostante il calo delle vendite", ha aggiunto.

Lo scorso anno la società ha realizzato ricavi pari a 2,671 miliardi di euro, in calo rispetto ai 2,894 miliardi del 2012. A cambi correnti si tratta di un calo del 7,7%, mentre a cambi costanti la discesa è pari al 4,6%.

L'utile netto si è fermato a 3,2 milioni di euro, in forte calo rispetto ai 61,7 milioni del 2012, mentre l'Ebit, prima degli oneri e proventi non ricorrenti, è sceso a 84 milioni di euro (3,1% su fatturato) dai 110 milioni del 2012. Incluse le poste straordinarie, il margine operativo è pari a 68,1 milioni (2,6% su fatturato).

"Nell'anno 2013 la redditività operativa di Indesit, al lordo di oneri e proventi non ricorrenti, è stata fortemente condizionata dalla svalutazione delle principali valute in cui opera il gruppo e da una stagnazione/contrazione della domanda nei mercati di riferimento", si legge nel comunicato, che sottolinea però che questi effetti negativi sono stati attenuati dal contenimento dei costi.

E' stato soprattutto l'Est Europa ad evidenziare il maggiore rallentamento nel quarto trimestre, anche a causa die problemi legati a lira turca e rublo russo.

L'indebitamento finanziario netto al 31 dicembre scorso era pari a 326 milioni, rispetto ai 256 milioni di un anno prima.   Continua...