Fiat, rinviato piano per realizzare Ducato in Russia - fonti

martedì 11 febbraio 2014 17:41
 

MOSCA, 11 febbraio (Reuters) - Il piano di Fiat per assemblare il furgone Ducato in Russia è stato sospeso a causa di una disputa contrattuale con il partner russo, dicono due fonti vicine alla vicenda.

Molti produttori occidentali hanno investito in Russia, ma le vendite nel Paese sono deboli a causa della crisi.

Fiat e Mosavtozil - joint venture tra la prima banca russa Sberbank e la città di Mosca per la produzione dei veicoli commerciali presso l'impianto Zil, che ha un secolo di storia - hanno firmato un accordo preliminare per realizzare i Ducato, con l'obiettivo di iniziare la produzione nel primo trimestre del 2014.

Le parti non sono però riuscite a finalizzare l'intesa e quindi la data di avvio è stata spostata in avanti, dicono due fonti.

La scorsa settimana è stato cancellato l'invito a presentare un'offerta per le attrezzature necessarie all'avvio della produzione per 500 milioni di rubli (14 milioni di dollari).

Igor Kulgan, capo di Mosavtozil, ha confermato che l'asta è stata cancellata, facendo riferimento alla mancanza di un accordo legalmente vincolante tra Fiat e Mosavtozil.

Fiat non ha voluto commentare.

Mosavtozil ha siglato un accordo preliminare per il Ducato Fiat e il Master di Renault lo scorso anno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia