PUNTO 1-Banche Italia, crescita sofferenze dicembre accelera a +24,6%

lunedì 10 febbraio 2014 12:10
 

(Riscrive con dati su tassi, aggiunge commento)

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Peggiora il trend delle sofferenze del settore bancario italiano nel mese di dicembre, insieme ad un nuovo calo dei prestiti bancari e ad un rallentamento della crescita dei depositi.

È quanto emerge dall'ultimo documento sulle 'principali voci dei bilanci bancari' pubblicato questa mattina da Bankitalia.

In dicembre le sofferenze delle banche italiane sono aumentate del 24,6% annuo, un tasso superiore al 22,7% di novembre (dato praticamente in linea con il 22,9 di ottobre).

"Il dato non mi stupisce, con l'asset quality review in arrivo. A fine anno con la chiusura del bilancio accade sempre che le banche facciano una riclassificazione dei propri crediti. Quest'anno con i test europei a maggior ragione. È normale che ci sia un picco" commenta un analista bancario.

PRESTITI ANCORA IN CALO, RALLENTA CRESCITA DEPOSITI

I prestiti bancari hanno registrato un nuovo calo in dicembre, pari complessivamente ad un 3,8% annuo (dato leggermente meno negativo del 4,3% del mese precedente). Nel dettaglio i prestiti alle imprese (non finanziarie) hanno visto una contrazione del 5,3% (dopo il -6% di novembre) e quelli alle famiglie dell'1,2% (dal -1,5% precedente).

D'altra parte i depositi del settore privato presso le banche italiane sono risultati ancora in aumento, ma ad un tasso decisamente più debole: +2,3% annuo in dicembre, contro il +6,1% del mese precedente. La raccolta obbligazionaria delle banche è diminuita dell'8,3% sui dodici mesi, a fronte del -7,3% di novembre).   Continua...