BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in prevalenza positivi ma restano rischi

lunedì 10 febbraio 2014 08:45
 

INDICE                          ORE 8,30    VAR %   CHIUS. 2013
 MSCI ASIA-PAC.                      444,80   +0,26       468,16
 TOKYO                            14.718,34   +1,77    16.291,31
 HONG KONG                        21.601,44   -0,14    22.656,92
 SINGAPORE                         3.009,01   -0,13     3.167,43
 TAIWAN                            8.391,95   +0,05     8.611,51
 SEUL                              1.923,30   +0,04     2.011,34
 SHANGHAI COMP                     2.086,07   +2,03    2.115,978
 SYDNEY                            5.222,15   +1,08    5.352,214
 MUMBAI                           20.368,28   -0,04    21.170,68
    10 febbraio (Reuters) - La maggior parte delle borse
dell'area Asia-Pacifico è positiva, incoraggiata dalla capacità
di Wall Street di superare la delusione per i dati
dell'occupazione Usa, anche se non mancano i rischi per
consigliare cautela agli investitori.
    L'attesa è per domani, quando il nuovo presidente Federal
Reserve Janet Allen terrà la prima audizione alla Camera dei
rappresentanti Usa - a giovedì al Senato -, dalle quale i
mercati cercheranno rassicurazioni circa il mantenimento ancora
a lungo della politica monetaria espansiva. 
     Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, sale
dello 0,26%.
    SHANGHAI è balzata ai massimi da sei settimane, guidata dal
settore automobilistico che ha beneficiato della decisione del
governo di estendere i sussidi alle vetture elettriche ad oltre
il 2015. Gli assicurativi e i farmaceutici sono stati spinti al
rialzo dall'annuncio ufficiale circa la fusione dei piani
pensionistici rurali ed urbani e il rafforzamento della
copertura sanitaria ai residenti di zone agricole. 
    HONG KONG invece, sia pura trascinata dalla piazza
continentale per quanto riguarda gli assicurativi, non riesce a
entrare in territorio positivo. Prada segna +0,05%.
    SEUL ha chiuso piatta in una seduta dove i guadagni
sostenuti della cantieristica navale hanno compensato la
fuoriuscita di capitale stranieri, che è ripresa oggi dopo una
breve pausa nella scorsa settimana.
    SYDNEY è rimbalzata oggi sopra l'1%, guidata dal settore
bancario che ha seguito l'andamento di Wall Street nonostante
gli scambi siano piuttosto sottili in attesa di una serie di
importanti dati societari nella seconda parte della settimana.
    Debole SINGAPORE, dove la proposta di riforma della borsa -
prezzi minimi di contrattazione, nuove regole su collaterale e
vendite allo scoperto - ha consigliato cautela agli investitori.
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia