Enria dice che governance dell'Unione bancaria va migliorata

venerdì 7 febbraio 2014 17:44
 

ROMA, 7 febbraio (Reuters) - La governance resta il punto più discutibile nella costruzione del meccanismo unico di risoluzione delle crisi, uno dei pilastri dell'Unione bancaria europa. Lo ha detto Andrea Enria, presidente dell'Autorità bancaria europea (Eba) nel corso di un convegno alla Camera.

"Il punto più controverso di tutti è la governance, che è il problema su cui bisognerà ragionare per come fare progredire la nostra costruzione europea", ha detto Enria.

"Il problema è che a ogni livello di decisione sono state introdotte salvaguardie nazionali. La composizione del board è basata su rappresnetanze nazionali e tanto più è rilevante l'intervento del board tanto più elevate sono le maggioranze perché riesca a decidere", ha aggiunto.

Enria ha spiegato che in questo modo, comprensibilmente, "gli Stati intendono cautelarsi da esborsi di risorse fiscali contro la propria volontà, ma questa ricerca di 'voice' da parte dei singoli Stati membri paralizza il processo decisionale, che in caso di crisi deve essere immediato".

Enria ha anche osservato che servirà che le banche diversifichino progressivamente il proprio portafoglio di titoli di Stato ancora altamente concentrato sui bond del Paese di appartenenza, per spezzare il rischioso legame tra rischio bancario e rischio sovrano.

(Giselda Vagnoni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia