Unicredit si sta attrezzando su crediti ristrutturati -AD

venerdì 7 febbraio 2014 13:53
 

7 febbraio (Reuters) - L'amministratore delegato di Unicredit non commenta le indiscrezioni su colloqui tra Unicredit e Intesa Sanpaolo e KKR per la creazione di un veicolo in cui far confluire i crediti ristrutturati del gruppo, ma fa sapere che l'istituto sta studiando delle soluzioni per i crediti difficili.

"Non ho mai commentato operazioni o non operazioni in corso, credo che comunque questo grande dibattito sui crediti incagliati, su come gestirli, su come ridurli, stia entrando finalmente nel vivo e Unicredit si sta sicuramente attrezzando", ha detto Federico Ghizzoni a margine di un evento a Verona.

"Abbiamo già fatto alcune operazioni di recente di vendita di asset, abbiamo già fatto la nostra segregazione interna tra core e non core business, abbiamo 1100 persone che lavorano su crediti difficili", ha ricordato l'AD.

"Siamo attrezzati, andiamo avanti, abbiamo degli obiettivi, parecchie idee, ma non voglio commentare casi specifici", ha quindi concluso Ghizzoni.

L'Ad, rispondendo alla domanda di un giornalista, ha inoltre escluso categoricamente la possibilità di una bad bank di sistema per l'Italia sul modello irlandese.

(Elisa Anzolin)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia