PUNTO 1-Risparmio gestito quotato in evidenza, per Citi anche Mediolanum è BUY

venerdì 7 febbraio 2014 10:57
 

(Aggiorna andamento titoli, aggiunge dettagli su quotazioni, da report)

MILANO, 7 febbraio (Reuters) - Ennesima seduta sugli scudi per i titoli del risparmio gestito quotato nel giorno in cui Citigroup ha completato la copertura del settore italiano avviando anche Mediolanum con giudizio "buy" e rivedendo al rialzo i prezzi obiettivi degli altri titoli, Banca Generali e Azimut.

Confermando che entrambi questi ultimi sono "da comprare", il broker ha migliorato il target price di Banca Generali a 27 da 21,5 euro e quello di Azimut a 26 da 21 euro "sulla base del minore costo del capitale e di un aggiustamento delle stime".

Intorno alle 11 Mediolanum balza di oltre il 3% a 6,7 euro circa, Banca Generali di oltre il 2% a 24 euro circa e Azimut dell'1,4% a 22,7 euro dopo aver corso ieri sui numeri record della raccolta di gennaio. Il titolo del gruppo guidato da Pietro Giuliani, in particolare, aggiorna oggi i massimi storici in borsa a un soffio dai 23 euro. Mediolanum si mantiene in prossimità dei massimi dal febbraio 2006 di 6,94 euro toccati a metà gennaio e Banca Generali poco lontana dal record storico di 25,5 euro segnato il 13 gennaio.

"Riteniamo che, in assenza di catalizzatori negativi prevedibili, la valutazione di per sé non sia una ragione sufficiente per rivedere la nostra posizione", sottolinea Citigroup ricordando che, negli ultimi tre mesi, Banca Generali e Azimut hanno guadagnato oltre il 30% e Mediolanum meno del 15%. "Le prospettive per il 2014 restano positive".

Il titolo preferito di Citigroup resta Banca Generali perché "apprezziamo la robustezza e il focus del suo modello di business, della sua strategia e del suo posizionamento oltre ad un profilo di rischio più basso".

Il broker è anche molto colpito dai risultati raggiunti da Azimut che beneficia, inoltre, di un appeal speculativo legato all'esposizione al mercato e al potenziale di M&A.

"Ci piace anche Mediolanum per il suo modello di business e metriche di performance sottostanti anche se, su base relativa, non prevediamo che il titolo potrà fare meglio degli altri asset gatherer, nonostante i multipli più a sconto".

Il principale rischio per il settore, secondo il broker, è quello di un sell-off sul mercato azionario italiano. Tuttavia, "quello potrebbe rappresentare un'attraente opportunità di acquisto a nostro parere", conclude Citi.   Continua...