Telecom approva "procedura rafforzata" per eventuale cessione Tim Brasil

giovedì 6 febbraio 2014 19:46
 

MILANO, 6 febbraio (Reuters) - Telecom Italia approva la "procedura rafforzata" per l'eventuale cessione di Tim Brasil e dice che i ricavi organici di gruppo e domestici sono lievemente inferiori all'obiettivo diffuso a febbraio 2013.

Lo dice una nota della società, aggiungendo che il gruppo ha cancellato il programma di emissione di bond ibridi da 3 miliardi di euro.

Il prossimo cda del 27 febbraio si riunirà per studiare una riforma della governance.

"Il management ha ricevuto mandato di elaborare una proposta di evoluzione delle soluzioni di governance in essere, volta ad allineare Telecom Italia alla best practice", dice la nota.

Il cda del 27 "esaminerà" la proposta, "in vista della formulazione delle proprie indicazioni circa l'assetto del nuovo board che l'assemblea del 16 aprile 2014 andrà a nominare".

Alcune fonti hanno detto che si fa strada un compromesso sulla governance tra Telco, socio di riferimento, e Marco Fossati, azionista dissenziente, che potrebbe portare Vito Gamberale alla presidenza del gruppo.

Per quanto riguarda Tim Brasil il cda ha approvato la procedura per l'eventuale cessione "allineandosi agli standard di governance più rigorosi", dice la nota.

La procedura "si applicherà a eventuali operazioni su asset o rami d'azienda per un valore, anche cumulato, superiore a 2 miliardi di euro", aggiunge.

Il Cda ha nominato Aldo Minucci, che era vicepresidente, come presidente del Consiglio di Amministrazione, con i poteri di legge e Statuto, senza modificare le deleghe in essere in capo all'Amministratore Delegato, Marco Patuano.   Continua...